PROROGA SCADENZA 730/2016


La proroga dei termini per la presentazione della dichiarazione 730 per il periodo d’imposta 2015 è ufficiale. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 13 giugno 2016 il DPCM che dispone la proroga delle scadenze previste in relazione ai modelli 730/2016, con l’ulteriore specifica che la proroga è applicabile anche in caso di trasmissione diretta della dichiarazione da parte del contribuente.

Entro il 22 luglio 2016, i CAF-dipen...denti e i professionisti abilitati potranno completare:
•la consegna al contribuente della copia della dichiarazione elaborata e del relativo prospetto di liquidazione (mod. 730-3);
•la trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni elaborate, unitamente alle schede per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF (modelli 730-1);
•la comunicazione in via telematica all’Agenzia delle Entrate dei risultati contabili delle dichiarazioni elaborate (modelli 730-4), ai fini dell’effettuazione dei conguagli in capo al contribuente, che la stessa Agenzia provvederà poi a trasmettere in via telematica ai sostituti d’imposta.

Analogamente allo scorso anno, con esclusivo riferimento ai professionisti e ai CAF dipendenti che prestano assistenza fiscale, la proroga è concessa a condizione che entro il 7 luglio 2016 tali soggetti abbiano effettuato la trasmissione di almeno l’ottanta per cento delle medesime dichiarazioni.

Differire la data di consegna del 730 dal 7 al 22 luglio comporta il rischio che anche i rimborsi possano essere effettuati successivamente. Il rispetto della scadenza del 7 luglio, infatti, consente di far rientrare i rimborsi nella busta paga di agosto. Con la consegna del 730 il 22 luglio, i tempi si allungano, con la conseguenza, per dipendenti e pensionati, di ricevere i rimborsi non prima di settembre.

La proroga non riguarda i sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta. Tali soggetti, entro il 7 luglio, anche nel caso in cui dovessero incaricare un intermediario abilitato alla trasmissione telematica dovranno completare:
•la consegna ai contribuenti assistiti della copia del modello 730/2016 elaborato;
•la trasmissione telematica delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate.

Tra gli aspetti ancora da definire in materia di 730/2016 è il caso di segnalare che non è stato ancora pubblicato il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate relativo ai controlli preventivi legati agli indicatori di incoerenza ai quali possono essere sottoposti i contribuenti entro quattro mesi dalla presentazione diretta della dichiarazione. Da un punto di vista generale, si tratta di controlli collegati all’entità e alla tipologia delle integrazioni effettuate confrontando la dichiarazione presentata rispetto al modello precompilato.

Visite: 1504